• Redazione

Sgomento per la revoca dell'incarico al Dr. Paolo Calabrò dal segretario PSI Amedeo Gitto


La Federazione di Messina del Partito Socialista Italiano, apprende con sgomento la notizia della revoca dell’incarico di responsabile del Pronto Soccorso dell’Ospedale Cutroni-Zodda di Barcellona Pozzo di Gotto al Dr. Paolo Calabrò e l’assegnazione dello stesso incarico al Dr. Carmelo Rizzo. Tale avvicendamento arriva in corsa, dopo tre mesi di impegno profuso da tutto il personale del nosocomio barcellonese per fronteggiare l’emergenza Covid-19. In tali frangenti, infatti, il personale dell’Ospedale Cutroni-Zodda ha dimostrato tutto il migliore impegno per far fronte alla minaccia di pandemia non solo guarendo i malati ed evitando il diffondersi del contagio, ma dando, con la propria attività, grande lustro alla struttura sanitaria della nostra Città in un vasto ambito territoriale per il quale l’ospedale è divenuto insostituibile punto di riferimento per la popolazione. Alla luce di questo e considerato che il Dr. Calabrò ha impegnato le migliori risorse personali proprie e della struttura da lui dipendente; tenuto conto che i risultati ottenuti sono lusinghieri; che la struttura ha operato nonostante le ataviche carenze di personale e mezzi; tenuto ancora conto che nei confronti dell’Ospedale Cutroni-Zodda si sono succeduti diversi attacchi volti al suo sostanziale depotenziamento, il PSI si interroga e chiede alla deputazione regionale e nazionale della prov. di Messina se questa scelta di avvicendamento non sia più il frutto di mero calcolo politico anziché meritocratico, ferma restando la totale fiducia nelle capacità personali e professionali del responsabile subentrante, Dr. Rizzo, ciò sarebbe l’ennesima prova che la politica utilizza la sanità come bacino elettorale, senza alcun rispetto per i bisogni degli utenti, specie quelli appartenenti alle categorie sociali più in difficoltà. Il PSI si attende pertanto da chi ha operato la scelta e dalla deputazione regionale risposte convincenti circa le circostanze di cui si discute.

Banner Splash.jpg