• Redazione

Riconversione No Covid Cutroni Zodda, UIL FPL: attendiamo il direttore generale alla prova dei fatti



DAL DIRE AL FARE BISOGNA ATTRAVERSARE IL MARE. DOPO TRE MESI DI COVID HOSPITAL A GIORNI SI ATTENDE LA RICONVERSIONE IN NO COVID, CIOE' TORNARE COME PRIMA E NON MENO DI PRIMA. CERTO QUALCUNO SI AUGURA MEGLIO DI PRIMA.
SARA' FACILE RICOMPORRE TUTTO IL MOSAICO DEL PERSONALE OSPEDALIERO DEL CUTRONI ZODDA? QUALCHE DUBBIO A NOI RIMANE, ENTRO GIORNO 15 LUGLIO DOVREMMO AVERE UNA RISPOSTA.
INTANTO I RESPONSABILI UIL FPL AREA MEDICA PAOLO CALABRO'COL SEGRETARIO PROVINCIALE UIL FPL PIPPO CALAPAI CI TRASMETTONO UNA NOTA CHE PUBBLICHIAMO


La scrivente organizzazione sindacale esprime vivo compiacimento per le dichiarazioni date alla stampa dal direttore generale dell'asp di Messina circa l'imminente riconversione in non covid dell'ospedale di Barcellona P. G. È di tutta evidenza che l'azione incisiva ed incessante della UIL FPL, per cui il responsabile area medica ha pagato un prezzo "salato" ( ma questo poco importa) per la strategia limpida e trasparente intrapresa al riguardo, come nella tradizione del sindacato, ha indubbiamente spinto alle decisioni annunciate in così pompa magna. Adesso attendiamo il direttore generale alla prova dei fatti e ne seguiremo l'evolversi con la massima attenzione ed onestà intellettuale come sempre. Paolo Calabro' responsabile aziendale UIL FPL area medica Pippo Calapai segretario provinciale UIL FPL

Banner Splash.jpg