• Redazione

Quei lavoratori vanno difesi. Il Movimento Città Aperta a favore degli ex lavoratori del Famila



Il Movimento politico di Barcellona Città Aperta prende posizione sulla questione dei lavoratori dei supermercati Famila, chiusi a Barcellona da quasi due anni, lasciando a casa 45 dipendenti.


Era il 5 luglio del 2019 quando come consiglieri espressione del Movimento Città Aperta esprimevamo preoccupazione per la sorte dei lavoratori Famila, allora in cassa integrazione e a rischio di licenziamento. In quell'occasione, insieme alle rappresentanze sindacali Uiltucs Uil e Filcams Cgil, contribuimmo ad accendere i riflettori su una vertenza dimenticata. Lanciammo così un appello all’imprenditoria del settore e chiedemmo l'apertura di un tavolo regionale affinché potesse riprendere l’attività per i 45 dipendenti rimasti a casa. Oggi che quella importante realtà sta per ripartire è fondamentale non dimenticare quei lavoratori e quelle lavoratrici. Sarebbe davvero una grave ingiustizia se si procedesse a nuove assunzioni senza tener conto dei diritti, e della difficile posizione, dei lavoratori e delle lavoratrici dell'ex Famila.

Sollecitiamo quindi un coinvolgimento di tutti gli attori istituzionali coinvolti: dall'amministrazione comunale, ai sindacati, all'ufficio del lavoro, oltre che del prefetto, per poter trovare un punto d’incontro che faciliti la soluzione della vicenda.

Banner Splash.jpg