top of page
  • Placido Calvo

[Proseguono a 360 gradi le indagini dopo il duplice omicidio di Nino Calabrò e Francesca Di Dio]


>Non ci sono ancora grosse novità sulle indagini di Polizia per il duplicio omicidio nel Regno Unito



Non emergono notizie certe su quanto accaduto appena due giorni fa in Inghilterra, dove due giovani sono stati assassinati all’interno della casa dove abitava il barcellonese Antonino Calabrò, 26 anni, per gli amici Nino, colui che aveva avuto la felicità di ospitare per trascorrere le feste di fine anno la fidanzata Francesca Di Dio, appena arrivata da Montagnareale per passare un paio di giorni in compagnia.


Intanto i famigliari dei due giovani si trovano da qualche giorno a Thornaby-on-Tees, un paesino con poco più di 24mila abitanti, a confine con la città di Middlesbrough.


Ancora si cerca il movente che ha scatenato il duplice omicidio, con la Polizia Inglese che continua a indagare dopo aver fermato una persona, si tratterebbe di un coinquilino, su di lui ci sarebbero dei sospetti, attualmente non si sconosce l'identità, in quanto tutt'ora non è stata resa nota, come da prassi della Polizia inglese. Tutt'oggi non è chiara la modalità sulla morte dei due giovani, si cerca l'arma utilizzata per il delitto. Intanto si continuano a seguire altre piste per risalire in breve tempo ai responsabili.


Il 26enne Nino Calabrò era un giovane volenteroso che piaceva tanto affermarsi nel suo lavoro, in Inghilterra lavorava poco distante dalla sua abitazione, in un Casinò; coltivava un sogno nel cassetto, quello un giorno di lavorare sulle navi da crociera.

L’ultima volta che era venuto a Milazzo in Sicilia, a casa dai genitori, risale al 2 ottobre di quest’anno, in occasione del compleanno della sorellina Alessandra.

Banner Splash.jpg
bottom of page