top of page
  • Redazione

[Per evitare di trasferire il Pronto Soccorso da Milazzo a Barcellona, dall'Asp si cerca soluzione]


<Per realizzare i lavori di ristrutturazione del Pronto Soccorso del Fogliani di Milazzo, si cerca una soluzione per evitare il trasferimento al Cutroni Zodda di Barcellona>




L’Asp di Messina ha reso noto che si si è svolta oggi preso la direzione generale una riunione alla quale ha partecipato la direzione strategica, la direzione Asp, la ditta aggiudicataria e personale del pronto soccorso dell’ospedale di Milazzo e durante la quale si è presa in considerazione l’ipotesi di spostare il pronto soccorso generale nel reparto di Psichiatria, per farlo rimanere nello stesso nosocomio a Milazzo.

Domani in quest’ottica si svolgerà un ulteriore sopralluogo per verificare la validità della proposta.


“La riunione – si legge in un comunicato - si è svolta oggi dopo numerose sollecitazioni da parte dell’amministrazione comunale di Milazzo, del Sindaco Giuseppe Midili, del deputato regionale di Fdi Pino Galluzzo e di tutte le sigle sindacali, poiché era stata stato paventato lo spostamento del pronto soccorso all’ospedale di Barcellona.


Come sempre i vertici dell’Asp stanno agendo nell’interesse della comunità milazzese e stanno valutando la migliore soluzione possibile per pazienti, sanitari e cittadini del comprensorio”.


Ecco le dichiarazioni del primo cittadino di Milazzo:


Esprimo soddisfazione nell’apprendere che la direzione generale dell'Asp di Messina ha accolto il mio invito a valutare la possibilità di individuare una soluzione che consentisse il mantenimento del pronto soccorso a Milazzo anche nel periodo in cui sono previsti i lavori di ampliamento”.


Ad affermarlo il sindaco Pippo Midili che da diversi giorni sollecitava i vertici dell’Azienda sanitaria a tentare di evitare il trasferimento, seppur temporaneo, per circa sei mesi, dell’importante presidio di emergenza-urgenza, attraverso una ricognizione dei locali presenti al nosocomio di villaggio Grazia.

Il primo cittadino – nell’evidenziare che è costantemente informato della situazione – pur evidenziando “che ancora non c’è l’assoluta certezza dell’attuazione della soluzione dell’area ex Psichiatria” sottolinea che “nel comunicato diramato dall’Asp è facilmente riscontrabile chi realmente si è occupato della problematica, rendendosi promotore di questa apertura che, auspichiamo possa concretizzarsi dopo il sopralluogo che l’Asp effettuerà nella giornata di domani.


Fa piacere comunque – prosegue il primo cittadino - che parte dell’opposizione consiliare che fino ad oggi si è sempre dichiarata contraria alla linea dell’Esecutivo gioisca di una cosa richiesta dall’Amministrazione e della quale, evidentemente e in modo immeritato, si è voluta prendere i meriti. Un grazie anche a quella parte di maggioranza che lavorando in solitaria percorreva la stessa strada dell’Amministrazione. Della qualcosa prendiamo atto con piacere”.

Banner Splash.jpg
bottom of page