• Redazione

Patti, canone depurazione e fognatura, non dovuti gli importi


La Commissione regionale di Secondo Grado della Regione Sicilia con sentenze depositate in data 29.04.2020, sez. 2, ha dato ragione ai cittadini pattesi difesi dall'avv. Maria Lida Conchin, che tramite l’Associazione Consumatori Siciliani oggi Tribunale del Consumatore, avevano presentato ricorso in appello per canone depurazione e fognatura anni 1999-2020. La commissione regionale di Secondo grado ha dichiarato non dovuti gli importi, per intervenuta decadenza del potere impositivo. Sono passati oltre 16 (sedici) anni da quando sono stati presentati i primi ricorsi alla Commissione Tributaria di Messina che si era orientata in maniera non del tutto univoca nelle decisioni per vedere ristabilito un sacrosanto principio di giustizia tributaria, ovvero l’invio oltre i termini da parte del Comune delle bollette relative agli anni 1999-2000.

Banner Splash.jpg