• Redazione

>Ora il Sindaco di Messina Cateno De Luca fa la parte del leone<




Ha fatto una dura battaglia per la sua città per denunciare quello che secondo lui non andava sulla gestione della pandemia. Appelli e messaggi contro tutto e tutti prima durante e ora che i suoi bersagli sono stati colpiti si sente un vero leone. Prima il direttore generale Paolo La Paglia è stato sospeso, ora anche l’assessore regionale alla salute Ruggero Razza finito per essere indagato con un avviso di garanzia costretto a dimettersi, una dimostrazione che il sindaco avrebbe avuto ragione, quando durante le sue dirette in modo anche colorito si scagliava contro la gestione del sistema sanitario regionale che – secondo De Luca- qualcosa non andava per il verso giusto.


Ieri il primo cittadino dopo la notizia dei tre funzionari della regione arrestati ha tirato fuori dal cilindro una ventata di soddisfazione della sua rivincita su quello che ha sempre detto sulla gestione della pandemia che ha definito “farlocca”.


Sulla sua pagina facebook ieri ha pubblicato in replica la sua dichiarazione audio -video di quando circa due mesi fa aveva fatto delle affermazioni in diretta contro l’assessore Razza e il presidente Musumeci, i quali a suo dire tardavano nel prendere delle decisioni di sospendere La Paglia, incapace di gestire la pandemia a Messina e Provincia.

Per stasera De Luca ha già annunciato una diretta facebook prevista per le ore 19.00

Banner Splash.jpg