• Redazione

Nuovo ponte di Calderà. "Da intitolare a Roberto Materia". Una mozione di Melangela Scolaro



(Attualità)


>E’ stato sempre uno dei primi personali obbiettivi della sua campagna elettorale. Nonostante il suo continuo impegno da amministratore, non è bastato all’ex sindaco della città di Barcellona, Roberto Materia, poter vedere a distanza di quasi sei anni, da quando si era insediato, l’opera completata.


Troppi intoppi burocratici e anche giudiziari hanno fatto slittare la consegna dell’opera.

Tutto ciò esula l’impegno in pima persona dell’ex primo cittadino deceduto appena sei giorni fa.


Oggi si sente la necessità di intitolare il neo ponte di Calderà a Roberto, con una mozione consiliare della consigliera Melangela Scolaro.


Sarebbe cosa buona e giusta. Il minimo che si possa fare per un uomo che da sempre ha dedicato parte della sua vita alla nostra città<.


La nota di Melangela Scolaro


>Ho avvertito, per senso di giustizia, il bisogno di cristallizzare in una mozione consiliare il doveroso riconoscimento dovuto al Sindaco Roberto Materia per l’impegno profuso, a favore della Comunità, in relazione alla ricostruzione del ponte di Calderà, che, a causa di una gravissima e dolorosa malattia, non potrà vedere ultimato. La sottoscrizione dell’atto di indirizzo è ovviamente lasciata alla determinazione di ogni singolo Consigliere, con l’auspicio che esso venga condiviso all’unanimità.


La mozione


Il sottoscritto consigliere comunale Melangela Scolaro

premesso

* che il 22 novembre del 2011 la furia incontenibile della natura devastò Barcellona Pozzo di Gotto;

*che di quella terribile giornata, impressa per sempre nella memoria di chi la visse, restano i danni che subirono tanti concittadini, la paura ed il monito a fare sempre di più e meglio per la prevenzione;

*che per quasi 10 anni una ferita è rimasta non rimarginata: il vuoto sul torrente Longano segnato dal crollo del ponte di Calderà;

* che l’assenza di quel ponte è divenuta per tutti il simbolo più immediatamente percepibile della drammatica esperienza: ricostruirlo, dunque, non significa soltanto ripristinare le normali condizioni di viabilità nella zona, concorrendo alla sicurezza di tutto il comprensorio, ma anche sanare la ferita che è impressa nel sentimento collettivo della nostra comunità;

* che il Sindaco Roberto Materia volle, con determinazione e sin da subito, individuare la strada che consentisse di reperire immediatamente i fondi necessari ad avviare l’iter di ricostruzione;

* che egli, per conseguire l’obiettivo prioritario di avviare con immediatezza la procedura per la realizzazione del Ponte, riuscì ad ottenere la rimodulazione dei fondi a disposizione del comune di Barcellona Pozzo di Gotto, di concerto con il Direttore della Ragioneria Provinciale dello Stato di Messina, Dr. Vincenzo Barillà, il quale, senza indugio, accordò la modifica della destinazione di una parte delle risorse della “legge mancia” e ciò nella consapevolezza che scegliere di seguire un diverso iter di finanziamento avrebbe comportato un allungamento dei tempi sine die;

* che, con alcune delibere rese a cavallo tra settembre e ottobre 2015, dopo appena 4 mesi dall’insediamento, la giunta, presieduta dal Sindaco Roberto Materia, completava un complesso iter amministrativo culminato con l’approvazione dello schema di convenzione con la Città Metropolitana di Messina;

* che, dopo alterne vicende relative alla gara d’appalto, il 13 dicembre 2019 si consegnavano i lavori alla Società “Ricciardello Costruzioni”;

considerato

* che la Città di Barcellona Pozzo di Gotto, meritoriamente, ha intitolato diversi spazi pubblici e opere a coloro che hanno reso un servizio alla Comunità;

*che la legge n. 1188/1927, regolatrice della materia, prevede che l'intitolazione di nuove strade e piazze pubbliche, la variazione del nome di quelle già esistenti, nonché l'approvazione di targhe e monumenti commemorativi a persone decedute da oltre dieci anni, possa avvenire soltanto previa autorizzazione del Prefetto;

* che per le intitolazioni, invece, a persone decedute da meno di dieci anni, che si siano distinte per particolari benemerenze, è consentita, a norma dell'articolo 4 della predetta legge, la deroga, da parte del Ministero dell'Interno, al divieto posto dagli artt. 2 e 3 della medesima legge;

* che, con circolare n. 18 del 29 settembre 1992, il Ministero dell'Interno ha delegato all’autorità prefettizia di rispettiva competenza provinciale la facoltà di autorizzare le intitolazioni di luoghi pubblici e monumenti a personaggi deceduti da meno di 10 anni, ai sensi dell’art. 4 della legge 1927, n. 1188;

ritenuto

* che sia opportuno e giusto conferire il meritato riconoscimento a chi fortissimamente volle, con immediatezza, dare impulso all’iter di ricostruzione del Ponte di Calderà, in modo che possa perpetuarsi anche il ricordo di un Sindaco che ha vissuto in modo pieno il mandato ricevuto, fino al punto di continuare ad amministrare nonostante le drammatiche condizioni di salute;

* il potere educativo costituito dall’esempio di chi decida di impegnare la propria esistenza nell’attività pubblica, sociale, politica e amministrativa;

* che tale potere educativo assume particolare rilievo soprattutto nei confronti delle nuove generazioni, in modo che le stesse acquisiscano consapevolezza dell’importanza e del valore meritorio della partecipazione alla vita democratica del Paese, anche quando questo comporti sacrifici e sforzi, perfino fisici, come nel caso del Sindaco Roberto Materia;

* che il 2 maggio 2021, il già Sindaco della Città di Barcellona Pozzo di Gotto, Roberto Materia è venuto a mancare a causa di una malattia che ne ha contrassegnato gli ultimi due anni di vita, coincisi con la parte finale della sua attività amministrativa e politica;

che, rispetto alla vicenda del Ponte di Calderà, nessuno più di Roberto Materia si è speso, anima e corpo, per restituire alla città la “normalità” smarrita, da ormai un decennio, con il crollo della struttura

propone

al Consiglio Comunale la seguente

mozione

impegnare il Sindaco e la Giunta a predisporre quanto sia necessario al fine intitolare il ricostruendo Ponte di Calderà al ricordo di Roberto Materia, Sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto dal 17 giugno 2015 al 07 ottobre 2021, per i meriti di cui in premessa.

Banner Splash.jpg