• Redazione

Movimento Città Aperta: il centrodestra sceglie la "vecchia" politica


Dopo che il centrodestra sembra trovare gli accordi per l'unico candidato per le elezioni amministrative del 4 e 5 ottobre, ecco arrivare le reazioni del centrosinistra con un comunicato stampa congiunto del Movimento Città Aperta e Partito Democratico del candidato Antonio Mamì


Dopo mesi di annunci, riserve, rinunce, separazioni e cuciture il centrodestra sembra aver sciolto le riserve convergendo sul nome dell' avv. Pinuccio Calabrò, in una prima fase candidato di Forza Italia e Lega. Ci preme, qualora non fosse già evidente, sottolineare  come la campagna elettorale si sia avviata nel segno delle peggiori dinamiche della "vecchia" politica.

A prevalere é infatti la logica della spartizione del potere sul territorio: un bilanciamento tra partiti, correnti e interessi che portano a convergere non tanto sul nome giusto per la città, quanto sul tassello ad incastro per mantenere un equilibrio anche a livello regionale.

Piuttosto che ascoltare le istanze di una comunità ci si preoccupa insomma di mantenere saldi certi legami. Non stupisce nemmeno il comportamento della Lega, in disparte e in posizione attendista, come sempre pronta a sfruttare i venti favorevoli.  

Alla luce di ciò, è per noi di fondamentale importanza marcare la differenza rispetto a questo modo di intendere la politica. Il nostro candidato, Antonio Mamì, è stato scelto dai cittadini ed è espressione di gruppi che da anni si spendono per la città con impegno e coerenza.

In questa fase ci rivolgiamo a tutti coloro che vorranno contribuire a delineare un percorso politico nuovo e autentico in netta discontinuità con le scelte operate dal centrodestra e che hanno condotto la città sull'orlo del baratro.


(Movimento Città Aperta e Partito Democratico)

Banner Splash.jpg