• Redazione

Milazzo. Tavolo tecnico per il contrasto alla povertà ed ai fenomeni di emarginazione sociale


Si è svolta nell’aula consiliare la prima riunione del Tavolo tecnico per il contrasto alla povertà ed ai fenomeni di emarginazione sociale, convocato dall’assessore ai Servizi sociali Simone Magistri.

Nel ringraziare i rappresentanti delle numerose associazioni di volontariato, delle parrocchie e dei club service cittadini intervenuti, l’assessore ha spiegato che la finalità del tavolo è quella di avviare un confronto con il mondo del volontariato al fine di integrare le attività di contrasto del rischio di povertà ed esclusione sociale poste in essere dai servizi sociali comunali con l’azione delle diverse realtà associative che già da anni operano in questo delicato ed importante settore.

Si è quindi passati ad affrontare la tematica relativa al sostegno alimentare alle famiglie indigenti e/o in stato di bisogno e a quelle particolarmente colpite dall’emergenza Covid-19.

I diversi parroci, al pari dei rappresentanti delle associazioni di volontariato intervenuti hanno messo in evidenza le importanti azioni poste in essere già da tempo in questo campo, manifestando la disponibilità ad integrare l’azione di sostegno alimentare alle famiglie in stato di bisogno svolta in questo momento dal Comune attraverso l’iniziativa dei buoni spesa.

I club service hanno manifestato, dal canto loro, la disponibilità a supportare anche con raccolte fondi, di prodotti alimentari e farmaceutici le importanti azioni poste in essere dalle parrocchie e dalle associazioni di volontariato, invocando la costituzione di un coordinamento unitario che metta in rete le diverse realtà presenti sul territorio.

Si è anche discusso dell’iniziativa portata avanti nelle ultime settimane da un gruppo di giovani ristoratori volta alla consegna di pasti caldi a parrocchie e famiglie in stato di bisogno e delle modalità di destinazione degli stessi pasti ad una platea quando più possibile variegata di destinatari, anche grazie al sostegno di altri ristoratori che hanno di recente manifestato la loro disponibilità in tal senso.

È stata infine evidenziata dal funzionario dell’ufficio dei servizi sociali Dott. Filippo Santoro, l’importanza della riunione che ha permesso di individuare i principali bisogni del territorio di cui si terrà conto nella definizione del piano di attuazione locale per la programmazione delle risorse del fondo povertà di recente stanziate dalla Regione in favore del distretto sociosanitario D27 e pari a circa 600.000 euro.

Banner Splash.jpg