• Redazione

Messina. Cittadino dello Sri Lanka denunciato per la violazione della quarantena


2 denunciati, 3 minori rintracciati, 351 persone controllate in 100 diversi siti ferroviari e 91 agenti impegnati è il bilancio dei controlli straordinari effettuati dalla Polizia Ferroviaria in Sicilia nell’ambito della V giornata Rail Safe Day.

L’obiettivo di questi controlli è il contrasto di quei comportamenti impropri e anomali come l’attraversamento dei binari o dei passaggi a livello chiusi, il superamento della linea gialla in attesa dei treni o la “moda” di compiere selfie estremi che, oltre a mettere a repentaglio la sicurezza di chi li adotta, comportano anche una violazione al regolamento di Polizia Ferroviaria.

Nel corso dei servizi predisposti nelle principali stazioni siciliane, gli agenti della Polfer di Palermo hanno denunciato un ghanese per essersi rifiutato di declinare le proprie generalità ad un capotreno che voleva regolarizzarne il titolo di viaggio.

Sempre alla stazione di Palermo Centrale, la Polizia Ferroviaria ha rintracciato 3 minori extracomunitari che si erano allontanati dalle comunità cui erano assegnati. Si tratta di due ragazzi tunisini di 15 e 17 anni e di un pakistano di 16 che, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria per i minorenni, sono stati ricollocati presso una struttura di Mazara del Vallo ed una di Castelvetrano.

Alla stazione di Messina Centrale, gli operatori della Polfer hanno denunciato un cittadino dello Sri Lanka per la violazione della quarantena impostagli dalle autorità sanitarie.


Banner Splash.jpg