• Redazione

La storica Destra Longano torna a splendere. "Oggi cancella i brutti ricordi alluvionali"


di Placido Calvo


-E’ stato emozionante per tutti tornare in quella scuola elementare dove gran parte dei cittadini barcellonesi conservano ricordi davvero indelebili, tra i quali chi oggi è chiamato con immenso piacere a scrivere alcune righe su quella scuola che oggi ha visitato e rivissuto momenti emozionanti, ricordando gli anni di quando era ragazzino.

Anche il sindaco Pinuccio Calabrò, presente oggi insieme a tutta la sua giunta ha vissuto momenti di soddisfazione e anche di emozioni, colui che da piccolo ha frequentato quella scuola “quarta e quinta elementare”, dove molti insegnanti di quei tempi sono deceduti. L’unica differenza di quella struttura che oggi sono rimasti soltanto le basi in cemento con i pilastri, poi per il resto tutto è stato rinnovato, reso più moderno e sicuro rispetto al passato. Qui si parla di quasi 100 anni di vita scolastica di un vecchio edificio che oggi è divenuto una perla.

Tutto ammodernato, con gli ultimi accorgimenti tecnici antisismici, tutte le classi sono dotate di impianti caldo-freddo: termosifoni, climatizzatori in ogni stanza, scale e bagni anche per i diversamente abili, con specchi quasi di lusso, pavimenti lucidi in ceramica, insomma per dirla in breve, di quei nostri anni 60 non c’è più ombra, tutto nuovo secondo le norme sulla sicurezza per mettere al sicuro i nostri ragazzi con ogni confort.

Certamente per poter attribuire dei meriti a chi si è impegnato per reperire i fondi dovremmo partire da molto lontano, con quattro amministrazioni comunali che si sono adoperati per 12 anni per l’ottenimento dei finanziamenti. Una cronistoria un pochino lunga per elencare i vari passaggi. Proviamo a fare una piccola sintesi: (anno 2008) Candeloro Nania, finanziamenti primo lotto; Maria Teresa Collica; Roberto Materia e Pinuccio Calabro per ultimo. Sono stati i quattro sindaci amministratori che si sono succeduti negli anni per ultimare e inaugurare oggi quello che sarà il domani dei nostri figli.


Banner Splash.jpg