• Redazione

La cabina di regia covid-19 del comune di Barcellona si prepara all'emergenza profughi Ucraina



ATTUALITA'


>Anche il comune di Barcellona si è attivato per accogliere l'arrivo dei profughi provenienti dai luoghi della guerra in Ucraina. Istituita la cabina di regia per non farsi trovare impreparati<


Si sono riuniti ieri pomeriggio nell'aula anticonsiliare i componenti della Cabina di regia Covid 19 per pianificare le attività necessarie ad accogliere i profughi provenienti dall'Ucraina. Sotto il coordinamento dell'Assessore Dott. Roberto Molino e della Dirigente Dott.ssa Nella Caliri, l'Ufficio Servizi Sociali del Comune rappresentato dalla Dott.ssa Anna Curcio, la Caritas del Vicariato con Padre Vincenzo Otera, la Croce Rossa Italiana con il Presidente Giuseppe Puliafito, la Protezione Civile con il Presidente Marco Anastasi, la rete del Banco Alimentare rappresentata da Francesco Borgia, il Lions Club Barcellona P.G. con il Presidente Felice Genovese (presente anche il dott. Antonino Levita, Direttore Sanitario del Policlinico di Messina) e l'Associazione La Casa di Francesco OdV con la Presidente Antonella Scarpaci hanno discusso e tracciato le prime linee operative per fronteggiare l'emergenza profughi Ucraini che arriveranno sui nostri territori.

Si sono affrontati in particolare i temi dell'emergenza abitativa, del sostegno alimentare, della fornitura di generi di prima necessità (vestiario, materiale per l'igiene personale, ecc) e del supporto informativo per la prima assistenza con particolare attenzione ai servizi di “presa in carico” da parte del Sistema Sanitario Nazionale, tutti temi indispensabili per creare un “sistema di accoglienza”.

Il Comune di Barcellona fungerà da coordinamento attraverso una prima assistenza fornita dall'Ufficio Servizi Sociali del Comune ma tutti gli operatori della Cabina di Regia e le Associazioni aderenti o che intenderanno aderire, saranno in grado di fornire un supporto informativo generale.

Queste le prime indicazioni operative:

Emergenza abitativa per l'ospitalità: sono operative la piattaforma on line della Regione Siciliana per la mappatura delle iniziative di accoglienza e servizi (siciliaperlucraina@regione.sicilia.it) e quella della Caritas Diocesana (https://caritas.diocesimessina.it). Chiunque volesse accordare la disponibilità ad ospitare profughi ucraini potrà utilizzare le piattaforme on line o chiedere informazioni al Comune su come offrire accoglienza ai profughi.


Sostegno alimentare: tutte le strutture convenzionate con il Banco Alimentare operanti sul nostro territorio sono pronte ad offrire l'assistenza necessaria. Sono in corso di attivazione iniziative volte a coinvolgere operatori economici ed associazioni di volontariato per dare ulteriori risposte alle esigenze emergenziali.


Fornitura di generi di prima necessità (vestiario, materiale per l'igiene personale, ecc.): sono già operative e pronte a dare sostegno ai profughi la Croce Rossa di Barcellona P.G. e l'Associazione La Casa di Francesco OdV, quest'ultima particolarmente orientata a famiglie con bambini.


Servizio di “presa in carico” da parte del Sistema Sanitario Nazionale: In attesa di eventuali disposizioni della Autorità Governative e/o Sanitarie, i profughi Ucraini rientrano fra i c.d. “Cittadini Extracomunitari” e per essi si applicano le disposizioni relative. Per usufruire del SSN e in particolare dell'Ambulatorio Cittadini Extra Comunitari presente presso il PTA di Barcellona P.G. dovranno essere dotati del Codice STP rilasciato dall'Ufficio Anagrafe Assistiti del Distretto Sanitario.


Raccolte beni materiali: è attiva al momento esclusivamente la raccolta Farmaci attivata dalla Croce Rossa Italiana. I farmaci che i cittadini vorranno donare andranno acquistati presso una delle Farmacie convenzionate e lasciati presso le stesse farmacie che provvederanno a consegnarli alla Croce Rossa Italiana (le indicazioni operative sono reperibili sulla pagina FB della Croce Rossa Italiana Comitato di Barcellona P.G.)


Al momento non sono attive altre forme di raccolta di beni materiali stante la difficoltà a immagazzinarli e soprattutto a farli arrivare in Ucraina. Per le esigenze di assistenza ai profughi che arriveranno sul nostro territorio saranno rese note eventuali necessità e le relative modalità di raccolta.


Raccolta fondi : Sono state attivate da parte di varie Organizzazioni raccolte fondi pro-Ucraina. Si rimanda alle comunicazioni istituzionali dei soggetti richiedenti per le informazioni relative alle modalità di donazione.

Banner Splash.jpg