• Redazione

L’Ospedale Cutroni Zodda di Barcellona senza futuro, destinato a morire. "Meglio chiuderlo"




(Attualità - Editoriale)


>Mentre il vicino pronto soccorso dell’Ospedale di Milazzo verrebbe potenziato, quello di Barcellona viene sempre emarginato, lasciato senza assistenza, senza una logica e senza nessuna spiegazione, abbandonato al proprio destino.


Una struttura in piena agonia, pronta quasi per morire, dove in passato si attribuiva la responsabilità all’ex direttore generale Asp Paolo La Paglia, reo -secondo alcuni- di aver reso l’Ospedale di Barcellona una cattedrale nel deserto, senza quei reparti utili per l’intero comprensorio.


Ora che la Paglia è stato rimosso e messo da parte di chi è la colpa del mancato ripristino del pronto soccorso in particolare? Una cosa è certa: Barcellona non meritava per i suoi trascorsi questa fine, con una popolazione del comprensorio di oltre 100mila utenze, lasciata senza una struttura degna di tal nome.


Sulla salute non esistono colori politici o meriti di salvatori della patria. La salute è un diritto della nostra costituzione. Sarebbe proprio giunta l’ora di smetterla con questi atteggiamenti politici da “superman” utili per eludere la popolazione per portare acqua al proprio mulino.


Il potrarsi di questa situazione "assai limitata" e senza la riconversione in no-covid del Pronto Soccorso, tenerlo aperto solo con qualche ambulatorio attivo, forse sarebbe meglio chiudere tutta la struttura definitivamente<.

Banner Splash.jpg