• Redazione

L'assessore alla salute Razza, in studio da Giletti a "Non è l'Arena" per parlare del Cutroni Zodda


Si cercano i colpevoli dei posti letto di terapia intensiva che dovevano essere destinati al Cutroni Zodda di Barcellona, con Giletti che ha ospitato ieri sera l’assessore alla salute Ruggero Razza. Nel corso della trasmissione pare che l’assessore volesse attribuire delle responsabilità a qualcuno. Insomma ancora non ci sono le idee molto chiare sui posti di terapia intensiva, prima inseriti nel piano regionale sanitario sulla carta e poi non realizzati.

Regna un bel po’ di incertezza anche sul versante Messina dove si è tentato durante l'intervista di fare sbottonare in qualche maniera il direttore dell’Asp Paolo La Paglia, il quale ha detto poche cose, affermando di non gradire le interviste perchè ci sarebbebe -secondo lui- un pensiero pre-confezionato, oltretutto c'è un indagine in corso ricorda al giornalista di La7.... poi mentre sale in macchina dice: mi saluti Giletti che mi è molto simpatico!

Inoltre è stato mandato in onda un servizio video con le stanze senza i letti di terapia intensiva e con uno stralcio dell’intervista col Vicecoordinatore provinciale della Uil Fpl area medica dr. Paolo Calabrò, il quale ha ricordato la situazione dei posti letto costati 60 euro al giorno per ben otto mesi senza nessuna utilità, riconsegnati alla ditta che li aveva nolegiati. da Palermo il direttore La Rocca è stato avvicinato dal cronista in merito alla piattaforma del ministero della salute utile per caricare i dati della sanità regionale al fine di ottenere l'inserimento dal ministero per l'assegnazione della zona con la l'inserimento nella fascia più consona alla Sicilia, anch’egli non è stato abbastanza chiaro su come realmente sono andate le cose. Alla fine quello che ha suscitato più di qualche polemica è stato La Paglia, di fronte al tentativo del cronista di farlo parlare, dopo averlo atteso sotto gli uffici dell’azienda Asp Messina ha preferito ancora una volta non parlare, snobbando il giornalista senza rilasciare dichiarazioni, limitandosi a dire che non rilascia interviste pre-confezionate. Insomma pare che questo suo atteggiamento alla fine abbia un pochino infastidito non solo i numerosi telespettatori del nostro teritorio, anche lo stesso assessore Ruggero Razza presente nello studio di Roma con Giletti. D'altronde non sarebbe la prima volta che il responsabile provinciale Asp si conceda queste sue "performance" non condivise anche dai sindacati, in quanto viene meno il vero stile di un direttore generale provinciale che dirige un'azienda di un certo prestigio, l’Asp Messina.

Alla fine malgrado il tentativo di fare chiarezza sulla vicenda dell'Ospedale di Barcellona una cosa è certa, al Cutroni Zodda continua a regnare parecchia incertezza e tanta confusione. Alla fine rimane tanto fumo e poco arrosto.


Banner Splash.jpg