• Redazione

Il sindaco De Luca revoca ordinanza e dopo minacce valuta le dimissioni. Indaga la Digos



Non ci sta il sindaco di Messina Cateno de Luca, il quale sarebbe stato minacciato dopo aver emesso ordinanza su emergenza Covid in città, dichiarata dalla regione “zona rossa” e successivamente emessa anche una propria ordinanza, poi revocata. Ricordiamo che la sua ordinanza prevedeva anche l'uso dei droni per monitorare la città.

Una situazione che ha turbato il primo cittadino di Messina, della quale si starebbe occupando anche la Digos, dopo la denuncia del sindaco, per far luce su alcune minacce rivolte anche verso la sua famiglia.

Non vogliamo difendere nessuno, ma riteniamo che De Luca, da sindaco, abbia facoltà di decidere sui provvedimenti da adottare per il bene della città. Ciò lo prevede la legge. Un sindaco eletto dal popolo può decidere anche su come e quando e perché emettere una propria ordinanza.

In ogni caso Messina rimane sempre in zona rossa, dopo ordinanza della regione.


Ecco la breve nota di Cateno de Luca pubblicata sulla sua pagina facebook:


Il Covid a Messina e’ scomparso? Non serve più la mia ordinanza e non è utile il sindaco sceriffo! Ciascuno si assuma le proprie responsabilità! “Oh della lettera madre e regina Salva Messina Salva Messina” Per qualche giorno non ci vedremo! Buonanotte a tutti!

Banner Splash.jpg