• Redazione

Il lavoro è un loro diritto. Protestano gli ex lavoratori della Famila di Barcellona


Sono ritornati in quel centro commerciale non per lavorare, come avveniva fino a due anni fa, ma questa volta per protestare e chiedere di poter lavorare, si perché secondo i nuovi gestori loro non verranno reintegrati. Una situazione che alimenta malumori tra chi quel centro commerciale lo ha visto nascere, lavorando sin da quando il gruppo catanese dell’imprenditore Abate ha sempre fatto il proprio dovere, e che oggi - secondo alcuni criteri aziendali - quel personale non verrà più impiegato.

Anche i sindacati questa mattina hanno voluto manifestare pacificamente per difendere il loro posto di lavoro. L’unione fa la forza, e la speranza è ultima a morire. Ecco allora il motivo di quei 40 lavoratori in cerca di lavoro che possa garantire il loro futuro, senza il quale in modo incomprensibile rischiano seriamente di rimanere a spasso, senza nessuna garanzia da parte dello stato di poter portare a fine mese a casa il loro stipendio, frutto del loro lavoro, dopo che la cassa integrazione è scaduta.

Quella è gente volenterosa che ha voglia di lavorare, ecco perché la loro presenza oggi davanti all’ingresso dove pacificamente hanno manifestato per difendere un loro sacrosanto diritto, quello di poter tornare a lavoro, non chiedono altro allo stato, non vogliono assistenzialismo col reddito di cittadinanza, vogliono solo lavorare.


Banner Splash.jpg