• Redazione

Cutroni Zodda. Il direttore ASP Paolo La Paglia si rivolge alle procure di Barcellona e Messina



Non comprendiamo perché si dovrebbero avvertire le Procure della Repubblica su un fatto di vitale importanza come quello dell’ospedale di Barcellona, dove alcuni medici lamentano la mancanza di posti letto per la terapia intensiva che erano già stati inseriti nel piano Regionale dall’Assessorato alla Sanità alcuni mesi fa, per il reparto di terapia intensiva, segnalati anche alla stampa, e che dovevano essere già a disposizione della struttura ospedaliera del Cutroni Zodda di Barcellona.

Ecco la breve nota del comunicato stampa dell'Asp di Messina.


"In relazione all'articolo di stampa, pubblicato in data odierna da un quotidiano a larga diffusione, che riporterebbe il contenuto di una nota interna del 18/9/2020 a firma di Dirigenti Medici in servizio presso il P.O. di Barcellona PG, l'ASP di Messina ha attivato l'Ufficio di Disciplina per valutare l'eventuale sussistenza di violazione dei regolamenti aziendali interni.

Gli atti sono stati inviati anche alle Procure della Repubblica presso i Tribunali di Messina e di Barcellona PG, per valutare gli eventuali profili d'illiceità penale e individuare i possibili soggetti responsabili".

Banner Splash.jpg