• Redazione

Covid-19 Indagato l'Assessore alla Sanità regionale Ruggero Razza. Tre persone ai domiciliari



Notificato oggi un invito a comparire con avviso di garanzia. L'assessore regionale alla Sanità della Sicilia Ruggero Razza è indagato nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Trapani sui dati falsi sulla pandemia comunicati dal Dipartimento dell'assessorato all'Istituto Superiore di Sanità.


Secondo i militari del Nas, che conducono l'inchiesta, è emerso il parziale coinvolgimento di Razza nelle attività delittuose del Dasoe, il Dipartimento Regionale per le Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico. L'indagine che coinvolge Razza ha portato oggi agli arresti di tre dirigenti regionali. Avrebbero alterato, in svariate occasioni, il flusso dei dati diretti all'Iss sulla pandemia modificando il numero dei positivi e dei tamponi e a volte anche quello dei decessi. Dal mese di novembre sarebbero circa 40 gli episodi di falso documentati dagli investigatori dell'Arma. Positivi e decessi “spalmati” nel tempo per evitare, secondo gli inquirenti, che la Sicilia fosse messa in zona rossa.

Banner Splash.jpg