• Redazione

Castroreale, "una bella realtà da valorizzare"


Una suggestiva scalinata di Castroreale

Una paesino di appena 2.500 abitanti che quando lo visiti t'incanta, ci sono casette se le osservi sembrano delle meraviglie, alcune sono delle preziose regge posizionate in uno scenario mozzafiato, con un clima piacevole, ideale per ogni stagione. La realtà oggi è piena di molteplici riflessioni comuni, immaginare quello che potrebbe offrire è qualcosa di immenso.

Il solo "Cristo lungo" nel periodo estivo vale un grande patrimonio dal punto di vista turistico, culturale e religioso, troppo poco però per poter dire che a Castroreale tutto va bene, tutto funziona.

Ci sono cose che andrebbero migliorate e potenziate con servizi sul territorio, servirebbero strutture alberghiere, ristoranti, bar tutte attività ricettive che porterebbero ricchezza per quei giovani in cerca di occupazione, significherebbe sviluppo economico importante per il territorio. Sarebbe un enorme vantaggio per i tanti giovani del luogo che decidono di lasciare la propria terra per andarsene in cerca di un futuro diverso, abbandonando a malincuore il proprio paese, cercando altrove un futuro migliore.

A onor del vero, troppo poco è stato fatto dalla classe politica di ogni livello per rendere quel paesino meta turistica da visitare tutto l'anno. La realtà ci dice che è stata una colossale opportunità mancata, poco valorizzata.

Se sali a Castroreale, ti accorgi che la quiete e l'aria che respiri è rilassante "antistress".

Sono diversi i motivi per i quali è un piacere visitare Castroreale oggi: le Chiesette, il Museo civico, il Museo parrocchiale, il Castello, il piccolo Museo della moto, la  Pro Loco Artemisia utile per valorizzare tutto il patrimonio culturale.

Anche il verde è bello a monte, grazie alla magia della natura esistono i laghetti di Piano Margi, una vera bellezza d'estate in mezzo al verde, interessanti le frazioni del comune che andrebbero attenzionate: Bafia e Protonotaro ne trarrebbero benefici. Di riflesso anche i comuni viciniori, Terme Vigliatore e Barcellona avrebbero vantaggi economici significativi, quest'ultimo, vanta di un luogo suggestivo che potrebbe essere un valido supporto importante.

Si trova lì a poche centinaia di metri; il Parco Museo Jalari, una perla delle famiglie Pietrini posizionata in contrada Maloto, dove natura e architettura ti affascinano, basterebbe soltanto un breve collegamento stradale e tutto si renderebbe unico, stupendo.

Nel tempo però, qualcosa è venuta meno, soprattutto l'impegno della politica del fare, autentica e coraggiosa per trasformare Castroreale in una miniera economica.

Bisogna essere realisti, oggi ovviare si può, nella vita non è mai troppo tardi.

>Placido Calvo<







Banner Splash.jpg