• Redazione

Caso oleandri. >Lettera aperta di padre Domenico Siracusa al sindaco di Milazzo Pippo Midili<



(Attualità)


Lettera aperta dell'ex parroco della chiesa Gesù e Maria Pozzo di Gotto di Barcellona al sindaco di Milazzo Pippo Midili, in riferimento alla potatura degli oleandri sul lungomare ponente di Milazzo, una questione che padre Siracusa cerca in qualche modo di risolvere, invitando il sindaco di Milazzo al buon senso.


La lettera aperta di padre Domenico Siracusa


Ill.mo Dott. Giuseppe Midili Sindaco di Milazzo, ritengo che avrà letto, giorni addietro, su “alcuni giornali online” il mio intervento a proposito della radicale potatura degli oleandri che abbelliscono impreziosendolo, il lungomare di Ponente.

Pensavo – interpretando il pensiero di molti milazzesi – di aver contribuito a fermare lo scempio. Poiché a nulla è valsa la protesta. mi permetta, qui appresso, qualche considerazione. E’ lapalissiano, alla portata anche dei bambini, che si tratta di una potatura fuori tempo, tipo logicamente errata e che un agronomo serio non avallerebbe.


Dalle comunicazioni ufficiali che la giustificano, si evince –virgoletto le testuali pa-role: “ ...le piante in alcuni tratti avevano occupato parte del marciapiede costringendo i pedoni a camminare nella parte del terrapieno o addirittura a muoversi lungo la sede stradale... “ e ancora: “in condizioni normali non sarebbe un intervento da fare ma qui stiamo affrontando interventi straordinari,,,, Nel corso dei lavori è stato rinvenuto materiale di ogni genere, come cassette in legno, contenitori in plastica, rifiuti ingombranti e persino tre condizionatori dismessi”. Traduco: siamo stati costretti ad avviare questo massacro per le suddette criticità che abbiamo riscontrato negli oltre tre km. della meravigliosa infiorata.


Quindi, voi della Lega Ambiente che avete inviato un accorato appello, voi cittadini che protestate, statevene zitti, noi proseguiamo imperterriti, consigliati anche da un esperto(?.....).


Adesso mi permetta, signor Sindaco, una proposta: vada a fare una passeggiata su questo famigerato marciapiede e ci indichi dove non si può camminare, dove sono queste cassette, contenitori, rifiuti, condizionatori, ecc... Ci vada ed alla fine si convincerà che stiamo parlando di bufale; e che con i cittadini non va fatto il gioco delle tre carte. La saluto cordialmente.


Milazzo 19-06-2021 Domenico Siracusa

Banner Splash.jpg