• Redazione

Barcellona ed altre città siciliane al collasso. Piano rifiuti: "con Musumeci vanificati 5 anni"


[Foto scattata stamani in Via Giogio Amendola, vicino Ospedale Cutroni Zodda]

Attualità>


Con l'arrivo dell'estate Barcellona ripiomba tra rifiuti, insieme ad altre città siciliane


>L'editoriale

Ancora non si riesce a trovare una soluzione per conferire i rifiuti indifferenziati in discarica, dopo che Trapani non può trattare i rifiuti da mandare successivamente all’Oikos S.P.A. di Motta Sant’ Nastasia (CT), per una questione legata al TAR di Catania, con diversi comuni invasi di spazzatura proprio alle porte dell’estate, e col caldo che complicherebbe ulteriormente la situazione dal punto di vista igienico-sanitario.


Questa volta a finire sotto mira è la regione siciliana che non ha ancora individuato un’altra soluzione, in modo che i comuni possano smaltire regolarmente tutti gli accumuli di rifiuti dei giorni scorsi, rimasti nelle strade, con le isole ecologiche sature proprio per mancanza di conferimento in discarica, con una situazione che continua a creare disservizi in diversi comuni siciliani.


Ovviamente, per poter sbloccare questa problematica, i sindaci non hanno alcun potere istituzionale di poter intervenire direttamente, mentre dovrà essere la regione siciliana ad indicare ai vari comuni un altro sito dove poter conferire i rifiuti, per mettere fine a questo vergognoso e continuo disagio a danno della salute e dell'immagine del popolo siciliano.

Tuttavia, chi pensava che la Sicilia col governo Musumeci avesse risolto il problema rifiuti continuando con le disacariche, evidentemente alla fine è rimasto deluso.

Banner Splash.jpg