• Redazione

[Barcellona e la Sicilia piena di rifiuti. Regione? Nessuna notizia. Turismo? "C'è da vergognarsi"]


"La mappa con i rifiuti in alcune vie della città di Barcellona questa mattina"

Attualità>


[Dalla Regione dopo oltre due settimane di emergenza rifiuti non arriva nessuna notizia, le città siciliane invase di rifiuti in piena estate]


Da più di due settimane i rifiuti si trovano accatastati nelle strade e sui marciapiedi in diverse città siciliane, tra queste la città di Barcellona Pozzo di Gotto dove i rifiuti hanno superato ogni limite della decenza, con odore nauseabondo.


Infatti dalle foto che abbiamo pubblicato si evince quella che è l’attuale situazione in città: la solita via Amendola (a pochi metri dell’Ospedale Cutroni Zodda) è presente una vera macro discarica a cielo aperto, lunga quasi 50 metri.

In via Stretto III Fondaco Nuovo altra discarica. In via Camarda, a pochi metri dalla Procura della Repubblica altra discarica. Addirittura, in via Stretto Bartolella i rifiuti si trovano a ridosso di una casa.

Quello che oggi sembra strano è il fatto che nessuno riesca a risolvere il problema. Dalla Regione Siciliana non si hanno notizie sulle discariche, in modo di poter conferire i rifiuti dell’Isola.

Anche al comune di Barcellona, secondo una nota del Movimento Città Aperta tutto tace.

Allora c’è da chiedersi: l’Asp di Messina perché non interviene, vista la situazione igienico-sanitaria che si è venuta a creare in piena estate in diverse città della provincia.

Il sindaco di Barcellona ha sollecitato gli organi preposti per trovare soluzioni per rimuovere tutti i rifiuti dalle strade del territorio comunale ?

Il rischio ormai è dietro l’angolo, basti pensare quello che sta succedendo a Palermo, città capoluogo di regione, e anche a Catania dove montagne di rifiuti vengono incendiate, creando un vero disastro ambientale all’interno dei centri abitati.

Anche i cittadini sono disorienati, non sanno più come comportarsi per liberarsi dai rifiuti tenuti a lungo in casa, a volte dicono non sanno come comportarsi, non trovando le isole ecologiche fanno fatica a gettare i rifiuti, e pur trovandole spesso sono piene, allora gettare i sacchetti diventa quasi impossibile; spesso a qualcuno salta la pazienza e abbandona il sacchetto con i rifiuti dove capita: in strada, nei giardini dei terreni dei privati, con la situazione igienico-sanitaria che col caldo si complica ulteriormente e si allarga a macchia d'olio.



Banner Splash.jpg