• Redazione

[Attività Comitato Welfare della Gente di Mare del Porto di Milazzo]



Attualità


>Si rinnova, in occasione delle feste pasquali 2022, l’attenzione rivolta dal Comitato Welfare di Milazzo a favore dei marittimi imbarcati sulle navi presenti in porto, facendo sentire loro la vicinanza di tutti gli operatori del porto mamertino<


La missione si è svolta in due momenti. Giovedì Santo 14 aprile il Comandante della Capitaneria di porto Massimiliano Mezzani, accompagnato dal Luogotenente Roberto Antonacci e da alcuni volontari della Stella Maris di Milazzo, si sono recati a bordo di tre navi presenti in rada per la consegna di doni ai marittimi, rivolgendo loro un sentito messaggio augurale ed una benedizione impartita dal referente diocesano per l’Apostolato del Mare, don Carmelo Russo, e da padre Marco A. Ortiz, sacerdote Oblato di Maria Immacolata. L’indomani, Venerdì Santo 15 aprile, sulla banchina del porto davanti alla cappella della Stella Maris, si è svolto un momento di preghiera, con tutti gli operatori portuali.


I doni pasquali portati a bordo sono stati acquistati con il contributo dei servizi e delle imprese del porto di Milazzo e grazie ai fondi che anche per quest’anno — tramite don Bruno Ciceri, delegato del Vaticano per l’Apostolato del Mare ed officiale del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale — l’ITF (International Transport Workers’ Federation) ha ritenuto di destinare alla Stella Maris di Milazzo per l’intraprendenza e le tante iniziative adottate a favore dei marittimi.


Abbiamo incontrato a bordo tanti marittimi — ha fatto sapere padre Carmelo — e questo fatto mi ha convinto che la pace è una profezia che viene dalle piccole cose, dalla fatica dei lavori, dalle storie delle loro famiglie. C’è del buono in questo mondo. Alcuni marittimi hanno chiesto la possibilità di accostarsi alla confessione e all’eucarestia. Ogni volta che ci accolgono a bordo, mi chiedo se l’Apostolato del Mare sia ciò che facciamo noi per loro o, piuttosto, quello che loro donano a noi. Anche questa reciprocità parla della risurrezione del Signore.


È stata una vigilia di Pasqua particolare per il porto di Milazzo — ha sottolineato Massimiliano Mezzani, comandante della Capitaneria di porto di Milazzo — dove ha prevalso la solidarietà, il piacere di rendersi disponibili per il prossimo e donare agli altri un po’ del proprio tempo, quei valori in sintesi che quotidianamente ispirano l’operato della Stella Maris e dei volontari che la compongono.

Banner Splash.jpg