• Redazione

Apre e dopo un mese chiude il sipario: l'Ospedale Cutroni Zodda "come un vero teatrino”



Attualità>


[Medicina e Pneumologia: sospesi al Cutroni Zodda i ricoveri a distanza di un mese dal No-Covid]


Appena aumenta qualche contagio in Sicilia si torna a mettere in discussione l’Ospedale di Barcellona, in modo di far ritornare Covid Hospital tutta la struttura ospedaliera riservata ai malati infetti dal virus, cioè non più idonea per altre patologie. "Solo Covid".

Insomma, ciò significa che se arrivassero pazienti che abbiano bisogno di altre cure, anche se attualmente ci sono ricoverate soltanto 9 persone nel reparto di malate infettive, non sarebbe più possibile ricoverarne altre nei vari reparti.


Ecco allora che scatta l’intermittenza, pronta ad essere riattivata dai vertici aziendali su input dell’assessore regionale della salute Ruggero Razza, che tutti d'accordo avrebbero intenzioni di far tornare con molto anticipo il Cutroni Zodda struttura per malati Covid, provenienti dalla città capoluogo e di tutta la provincia di Messina.


Allora c’è da chiedersi: a cosa servirebbe il solo Pronto soccorso per pazienti ordinari quando i reparti sono chiusi? Una domanda che meriterebbe tante risposte che, purtroppo, difficilmente verranno fornite in modo chiaro.

L’unica certezza oggi è la chiusura dei due reparti, Medicina interna e Pneumatologia, con un provvedimento lampo della direttrice sanitaria del Presidio ospedaliero Felicia Laquidara, su indicazione verbale del direttore sanitario aziendale dell'Asp5 Domenico Sindoni.


(Intanto Il comitato per la difesa dell'Ospedale di Barcellona “Cutroni Zodda” di nuovo sul piede di guerra, si dice pronto a restituire i certificati elettorali raccolti dai cittadini).

Banner Splash.jpg