• Redazione

Amministrative2020 - Barcellona e Milazzo offrono il "Derby Comune" con politici a caccia di gloria


Le elezioni amministrative di Barcellona e Milazzo si avvicinano ulteriormente, con comizi elettorali che continuano a svolgersi nelle piazze più grandi proprio per evitare tra i presenti contagi da covid-19.

In attesa che si arrivi al 4 e 5 ottobre, si lavora per spronare i cittadini a recarsi alle urne per votare i propri candidati per il consiglio comunale e per eleggere il sindaco.

Nessun problema dunque, perché alla fine qualcuno dei candidati vincerà le elezioni e guiderà la propria città per i prossimi 5 anni, consiglio comunale permettendo.

Oggi le incertezze non mancano, insediarsi dopo aver vinto le elezioni comporta risolvere un bel pò di situazioni legati al disordine ambientale nelle due città, dove ci sarà da mettere da subito mano all’interno e pure all’esterno dei due palazzi, dove la macchina amministrativa ha bisogno di essere coordinata in maniera diversa rispetto al passato. Infatti, servirebbe una sterzata immediata per cambiare marcia, mettendo apposto i conti dei due enti, per poi bonificare il territorio dei rispettivi comuni, compresa la raccolta dei rifiuti.

Insomma, tra il dire ed il fare nelle due città si trova di mezzo il mare; con cavalloni molto alti che dureranno per un bel pò di tempo, causa burrasche temporalesche sempre pronte in agguato.

Tornando alle imminenti elezioni di autunno, non rimane altro se non convincere i propri cittadini a votare il candidato a cui dare fiducia per la poltrona più prestigiosa e rappresentiva del palazzo municipale, sempre scottante per definirla troppo comoda, vista la situazione finanziaria degli enti, rimasti entrambi con le casse vuote, dove per poter attingere risorse, bisognerà rivolgersi prima ai cittadini per il pagamento dei tributi e poi magari ai santi protettori delle due città, San Sebastiano e Santo Stefano con il contributo dei massimi esponenti della politica regionale e nazionale per invocare possibilmente il miracolo per tirare dalle sabbie mobili due città unite da simili problemi.

Sarà comunque un bel passaggio politico, con sette candidatI sindaco a Milazzo, tre a Barcellona con alcuni deputati regionali barcellonesi in campo a caccia di gloria, quasi un gemellaggio politico per l'unico obbiettivo, vincere la competizione elettorale per governare le due città.

Banner Splash.jpg