• Redazione

"Acqua quanto mi costi" >Il sindaco Calabrò: le tariffe determinate nel 2019 dal consiglio comunale<




(Attualità)



>Le bollette dell'acqua fatte recapitare negli ultimi giorni alle famiglie barcellonesi sono state una vera mazzata<


In città non si parla d’altro, di importi raddoppiati, e in qualche caso triplicati. Ed ecco allora che si accende la protesta, anche sui social, col sindaco Pinuccio Calabrò divenuto il vero bersaglio da colpire, colui che si trova ad amministrare la città da poco più di sette mesi, colui che in verità al momento esula da ogni colpa, in quanto nel 2019 non era lui il sindaco della città, mentre la delibera come si ricorderà è passata attraverso il consiglio comunale di allora. Oggi non si è fatta attendere la risposta del primo cittadino.



>Con riguardo alle bollette pervenute agli utenti di Barcellona relative ai consumi del biennio 2019-2020 si precisa che gli addebiti e le fatturazioni avvengono sulla base dei consumi rilevati ed in base alla tipologia di uso domestico, non domestico e sociale, ed altresì in base ai componenti il nucleo familiare.

Il Calcolo include circa 19mila utenze di acquedotto e circa 17mila utenze di fognatura e depurazione.


Per legge la struttura tariffaria per il servizio idrico deve necessariamente coprire integralmente i costi (finanziari, delle risorse e quelli ambientali).


Il calcolo tariffario avviene secondo un metodo imposto a livello nazionale dall’Arera, l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente, che prevede la copertura integrale dei costi.


Il Comune di Barcellona gestisce il servizio idrico “in economia” e quindi direttamente anche la captazione dell’acqua potabile, l’acquedotto di distribuzione, la fognatura e i servizio di depurazione.


Il costo complessivo del Servizio è di circa 4,5 milioni di euro, includendo in ciò anche i costi di manutenzione, di investimento, dell’energia e forza motrice, il personale, il materiale di consumo, i costi ambientali e le spese generali.

Le tariffe che il cittadino paga scaturiscono quindi dal suddetto calcolo.


All'adeguamento delle tariffe ha provveduto il Consiglio Comunale con la deliberazione n. 19 del 29/03/2019 durante la precedente amministrazione comunale che giocoforza per coprire i costi generati ha aumentato le tariffe al corrispettivo che oggi costituisce la bollettazione ricevuta dai cittadini e dalle imprese di Barcellona.


L’attuale amministrazione, pertanto estranea alla determinazione delle attuali tariffe, per ridurre il costo dell’acqua e dei servizi idrici connessi, sta intervenendo sulle singole componenti dei costi che generano la tariffa, in particolare quello dell’energia destinata agli impianti di sollevamento ed all’acquedotto (le cosiddette pompe energivore i cui consumi di circa 1,2 milioni di euro all’anno saranno incisivamente abbattuti mediante il loro efficientamento ) e ad gli altri costi operativi, con ciò contando di ridurre conseguentemente il costo tariffario del servizio idrico a carico dei cittadini<.

Banner Splash.jpg