• Redazione

[A Barcellona chiude un pezzo di storia: Il chiosco Miano, "un piccolo angolo rimasto nel deserto"]



Attualità

[Da sempre quell'angolo per la vendita di giornali è stato il simbolo del centro di Barcellona Pozzo di Gotto: 2022 il chiosco di piazza San Sebastiano chiude i battenti, forse definitivamente


"Il chiosco della cartolibreria edicola Miano" è stato a lungo il punto di riferimento quotidiano per diverse generazioni, era una vera istituzione cittadina, dove quasi tutti i barcellonesi prima che entrasse il terzo millennio si fermavano per acquistare un quotidiano, o magari una rivista. Anche i ragazzi, all’uscita della scuola facevano tappa per acquistare il fumetto di Diabolik o le figurine Panini per completare l’album.


Era questo il chiosco, dove per ogni lettore dei vari giornali (ogni mattina) quella era come una fermata quasi obbligatoria, per comprare uno o più giornali. Poi, la domenica, all’uscita della Santa Messa del patrono San Sebastiano, l'occhiatina al chiosco non poteva venir meno: “prima di rientrare a casa bisognava prendere il giornale”.


Dopo la lunga gestione Miano, il chiosco per oltre un ventennio venne gestito dai fratelli Catalfamo, che hanno contribuito a tenere sempre attivo il piccolo chiosco.

Internet è stato un mezzo penalizzante per tutti i gestori di tutte l'edicole italiane. Infatti, con l'avvento dei vari giornali on line le vendite sono calate notevolmente.


Quel chiosco era anche un punto di riferimento per trovare in modo semplice le persone; infatti, bastava la mattina fare un giro in piazza San Sebastiano per trovare gli amici col giornale in mano. Ora si starebbe cercando qualche soluzione.

Banner Splash.jpg